1. Home
  2. News
  3. Dettaglio News
News

Master in Organizzazione e Sviluppo delle Risorse Umane - VI Edizione A.A. 2019/2020

Il Master in Organizzazione e Sviluppo delle Risorse Umane, organizzato dal Dipartimento di Culture, Politica e Società (CPS) dell'Università di Torino e AIDP Associazione Italiana per la Direzione del Personale - Gruppo Piemonte e Valle d'Aosta, si propone l’obiettivo di formare giovani laureati e professionisti già inseriti nel mondo del lavoro per l’esercizio, in chiave innovativa, di ruoli di responsabilità operativa nella gestione del personale, con particolare riferimento alla ricerca e selezione del personale, all’analisi e valutazione delle prestazioni e del potenziale, allo sviluppo organizzativo, alla progettazione formativa, alla definizione di sistemi retributivi, alla gestione delle relazioni sindacali e del rapporto di lavoro interpretando il contesto attuale.

Sarà possibile scegliere tra due percorsi - il percorso impresa e il percorso pubblica amministrazione - differenziati in ragione delle specificità assunte dai processi di gestione del personale nei due comparti.

Il Master è stato accreditato dall'INPS e dalla SNA - Scuola Nazionale dell’Amministrazione, che hanno messo complessivamente a disposizione n. 10 quote di iscrizione a favore dei dipendenti pubblici:

  • n. 7 quote di iscrizione messe a disposizione dall'  INPS Direzione Regionale del Piemonte per i dipendenti della pubblica amministrazione in servizio e iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • n. 3 quote di iscrizione messe a disposizione dalla SNA in favore dei dirigenti e i funzionari di ruolo in servizio presso una delle seguenti amministrazioni pubbliche: Organi costituzionali e di rilievo costituzionale; Presidenza del Consiglio dei Ministri e Ministeri; Agenzie Fiscali; Autorità amministrative indipendenti; Istituto nazionale infortuni sul lavoro - INAIL; Istituto nazionale previdenza sociale - INPS; Istituto Nazionale di statistica - ISTAT.

Termini di iscrizione prorogati al 24 febbraio 2020.